hero

Ariadne Content Manager versione 4.0

20 lug 2006

Si sta diffondendo in sempre più installazioni la versione 4.0 di ACM, rilasciata da Ariadne quest'anno dopo un esteso beta test a cavallo del 2005/2006. Tra le funzionalità della nuova versione ne segnalaimo tre in particolare mentre rimandiamo al documento per l'elenco completo.

  • l'Edit Mode, cioè la possibilità di modificare, da parte dell'utente che possiede i permessi opportuni, le pagine del sito mentra le si sta navigando, e di vedere immediatamente, con un click, le sorgenti dati xml. Con Edit Mode viene risolta la dualità sito/backoffice che costituisce una barriera per i redattori occasionali; il redattore saltuario, che conosce bene il sito, quando si trova di fronte una pagina può avere difficoltà a navigare il backoffice per individuare il contenuto da modificare o la pagina da impaginare con nuovi contenuti; con EditMode compare subito, viceversa, una icona a fianco dei contenuti che il redattore può modificare.
  • la gestione avanzata dei feed RSS, con possibilità di formattarne di esterni e di effettuare syndication di contenuti tra più istanze e/o all'interno della stessa istanza di sito. Utilizzando la gestione multistanza di ACM insieme con la gestione avanzata degli RSS è possibile creare delle federazioni di portali ove dal/dai portali principali fluiscono verso i portali minori flussi di informazioni specifiche che "vivono" poi all'interno dei portali di destinazione. Nel progetto per la Provincia di Biella la funzione è stata usata per creare, all'interno dei portali dei comuni del Biellese (più di 60 aderenti all'iniziativa) un'area con news tematiche e rassegna stampa provenienti dal sito provinciale: in questo modo anche il sito del piccolissimo comune ha un portale con informazioni specifiche, contestualizzate e di primissima mano.
  • la predisposizione per funzionalità di MyPortal, con possibilità da parte dell'utente che si registra di selezionare una data categoria di contenuti, che gli verranno mostrati in una data zona della pagina. L'uso di un CMS presuppone la possibilità non solo di pubblicare ma anche di gestire decine e centinaia di migliaia di informazioni; l'utenza, soprattuto se vasta e diversificata come avviene nei portali della P.A.L. può ora inserire criteri di selezione alla origine e quindi navigare su portali che presentano solo informazione di interesse per l'utente che si è identificato e profilato.

Le nostre certificazioni