hero

Ponte Digitale dell’Area dello Stretto – Ariadne ECM è la piattaforma prescelta

15 set 2009

Su finanziamento del CNIPA è in realizzazione il progetto “Ponte digitale dell'Area dello Stretto” per la realizzazione di una piattaforma di comunicazione nell'ambito dell'Area metropolitana dello Stretto.

L’iniziativa coinvolge il Comune e la Provincia regionale di Messina, il Comune e la Provincia di Reggio Calabria, e le università delle due città. Ai tecnici di Invitalia (www.invitalia.it, ex Sviluppo Italia), il CNIPA ha affidato le attività di management e monitoraggio del programma di "Innovazione nell'area dello Stretto" entro cui rientra anche il Ponte Digitale.

Ariadne ECM è la piattaforma multicanale e multimediale su cui si fonda l’intero progetto.

Carmelo Santalco, assessore del Comune di Messina alle Politiche di E-Government riassume in questo modo gli scopi del progetto “Il Ponte digitale dell'Area dello Stretto intende offrire connettività web e mobile, per favorire l’accessibilità dei contenuti offerti attraverso la piattaforma multimediale/multicanale, attraverso la predisposizione di una serie di hot-spot dislocati nei centri di aggregazione turistica e cittadina più significativi. La localizzazione vuole offrire un valido servizio all’utenza relativamente sia ad informazioni di tipo turistico che sulla mobilità (mezzi di trasporto ed operatori) oltre che ad informazioni di tipo turistico locale generiche (eventi e manifestazioni) o legate ai luoghi dove si trova l’utente (monumenti e loro storia, negozi, bar, ristoranti, ecc.) che in tal modo potrà essere accompagnato da una virtuale guida turistica lungo i percorsi che suggeriti dal portale informativo. Il progetto prevede la realizzazione di un software di navigazione contestualizzato multipiattaforma (palmari, portatili, sms, ecc.) che si integrerà con quella già in fase di realizzazione sugli attuali telescreen e sarà messa anche a disposizione dei cittadini e degli studenti”

«Il progetto - prosegue Santalco - pur essendo realizzato indipendentemente sui versanti calabrese e siciliano, va visto come un intervento unitario per eliminare il problema della frammentazione delle fonti di informazione in un contesto estremamente singolare, nel quale la mobilità multimediale, il pendolarismo, i picchi dei flussi turistici e la mobilità studentesca costituiscono sia singolarmente che congiuntamente, elementi rilevanti e con significativi impatti dal punto di vista economico e sociale; in questa ottica, quindi, il progetto dovrà essere realizzato in modo coordinato da tutti i soggetti coinvolti».

La piattaforma SOA di Ariadne ECM faciliterà l’integrazione con la pluralità delle sorgenti informative previste mentre la gestione della multicanalità e della multimedialità coniugata con la eccellente usabilità di Ariadne ECM permette il controllo con un unico strumento e con modalità analoghe di sistemi che vanno dal web al palmare, dal telescreen installato nei punti di maggiore traffico (stazioni, aeroporti, porti) all’SMS, dal portale vocale (accedibile via telefono con riconoscimento vocale) alla informazione diffusa sulle BusTV installata su mezzi pubblici.

Un redazione allargata alle Amministrazioni partecipanti, coordinata secondo precise regole redazionali e con un riuso (syndication) di informazioni già diffuse dai siti web delle istituzioni, sono garanzia di un costante e tempestivo aggiornamento dei contenuti e dei servizi offerti.

  • Case History: Ponte digitale dell'Area dello Stretto su ariadnecontentmanager.com
  • CNIPA finanzia il Ponte digitale sullo Stretto su pubblicaamministrazione.net
  • Ponte sullo stretto su marketpress.info
  • Il Ponte digitale sullo Stretto su puntoinformatico.it
  • Il Ponte sullo Stretto si fa Digitale su pc-facile.com

Le nostre certificazioni